Museo del Ghisallo, nel 2019 una lunga serie di eventi. Domani l’inaugurazione del busto dedicato a Magni

Museo del Ghisallo. I relatori della conferenza stampa di Milano con una bicicletta appartenuta a Fausto Coppi

Un 2019 all’insegna degli anniversari per il mondo del ciclismo, che saranno celebrati al Museo del Ghisallo.
Ieri, al Pirellone a Milano, la presentazione di una lunga serie di eventi per la struttura che fu inaugurata il 14 ottobre del 2006.
Il primo sarà nella mattinata di oggi e sarà un doveroso tributo a Fiorenzo Magni, l’uomo che più di tutti volle il museo di Magreglio. Alle 11.30 sarà infatti scoperto il busto che lo raffigura, posto davanti all’ingresso. Un dono di Ernesto Colnago.
Di questo e molto altro si è parlato ieri a Milano con il presidente della Fondazione Museo Antonio Molteni, l’assessore regionale alla Cultura Stefano Bruno Galli e altri ospiti di rilievo.
In apertura di presentazione, Alessandro Fermi, comasco e presidente del consiglio regionale ha sottolineato: «Il Museo rappresenta un pezzo di storia del nostro territorio, del Comasco e della Lombardia tutta. Quest’anno sarà molto importante, visto che dal Colle del Ghisallo il 26 maggio passerà la tappa del Giro d’Italia che poi si concluderà in centro a Como in piazza Cavour».
L’assessore Stefano Bruno Galli ha poi aggiunto: «Da parte della Regione c’è stata, per oltre un decennio, disattenzione verso il Museo. Questo incontro vuole suggellare un nuovo rapporto. Mi piacerebbe costruire una filiera dei musei dello sport e quello del Ghisallo ne deve essere il capofila in un’opera di valorizzazione del turismo culturale nella nostra regione».
Per questo filo riallacciato non hanno nascosto la loro soddisfazione Antonio Molteni e la direttrice Carola Gentilini, che oggi saranno in prima fila per l’inaugurazione del busto dedicato a Fiorenzo Magni, cerimonia che precederà l’apertura della mostra “Veni Vidi Bici e l’arte di raffigurare la bicicletta”, di Riccardo Guasco. Sul fronte degli eventi che sono state presentati spiccano le mostre fotografiche dedicate alla Milano-Sanremo (17 marzo-22 aprile), al Giro d’Italia (27 aprile-8 settembre) e al Giro di Lombardia (14 settembre-2 novembre). Il 26 maggio sarà poi aperto uno spazio espositivo permanente dedicato alle staffette al Giro d’Italia della Polizia stradale, nel 70° anniversario dall’inizio delle scorte alla “Corsa rosa”. «Ma non sarà uno spazio autoreferenziale – ha dichiarato Roberto Campisi, dirigente del compatimento Polstrada Lombardia – Mi piace pensare a un luogo che va a suggellare la collaborazione fra le istituzioni e il mondo dello sport».
Altro compleanno importante, quello del Santuario sacro ai corridori. La Madonna del Ghisallo ne è infatti la patrona da 70 anni, su decisione dell’allora Papa Pio XII. Il 15 giugno sarà inaugurata una mostra specifica, con foto d’epoca e la Bolla Papale. Sempre quel giorno è atteso sul Colle di Magreglio l’arcivescovo di Milano Mario Delpini per una messa alla presenza di tanti campioni di oggi e di ieri.
Non solo. Ancora il 15 giugno aprirà una ulteriore mostra che racconterà l’amicizia fra Fausto Coppi (nel centenario della sua nascita) e Fiorenzo Magni.
A queste iniziative vanno poi aggiunte arrivi e passaggi di gare (compresi, ovviamente, Giro d’Italia e Giro di Lombardia) e momenti musicali, con un concerto in luglio a Bellagio dedicato a Fausto Coppi.
Non mancheranno incontri con i protagonisti del pedale: il presidente Antonio Molteni ha già importanti contatti per portare nomi di grido al Museo, ma in questo caso, in attesa delle conferme, non c’è ancora un calendario prefissato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.