Nagorno, ‘metà della popolazione sfollata per conflitto’

'Morti 280 combattenti azeri'

(ANSA) – MOSCA, 07 OTT – Metà della popolazione della contesa regione del Nagorno-Karabakh è sfollata da quando il conflitto tra azeri e armeni si è riacceso il 27 settembre: lo ha detto il responsabile dei diritti umani della repubblica autoproclamata, Artak Beglaryan. "Secondo le nostre stime preliminari – ha affermato Beglaryan – circa il 50% della popolazione del Karabakh e il 90% delle donne e dei bambini, ovvero circa 70-75.000 persone, hanno dovuto lasciare le loro case". Nagorno, 280 nostri combattenti morti da inizio conflitto L’autoproclamata repubblica del Nagorno-Karabakh ha annunciato che altri 40 suoi combattenti sono morti nei combattimenti con le forze azere portando a 280 il totale dei caduti nelle file dei miliziani della repubblica separatista da quando il conflitto si è riacceso lo scorso 27 settembre. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.