Nasce a Los Angeles il nuovo Parodi

Musicista in tournée
Andrea Parodi è uno dei musicisti lariani più attivi e interessanti in circolazione. Alla vigilia dell’ennesima partenza per gli Stati Uniti, abbiamo incontrato il cantautore canturino, che è anche promoter di concerti.
Andrea Parodi, può farci un bilancio del 2011?
«È stato sicuramente un anno straordinario cominciato a gennaio sul palco del Paramount Theatre di Asbury Park insieme a Bruce Springsteen. Il pomeriggio avevo suonato al mitico Stone Pony e poi la sera il boss ci ha

chiamati tutti sul palco a cantare con lui Thunder Road che la rivista Rolling Stone ha poi definito “la più bella versione di sempre”».
Il suo ultimo disco è stato registrato a Santa Fe, in New Mexico, insieme con Massimo Bubola, Jono Manson e Max Larocca. I due precedenti li ha registrati a Vancouver. Dove e quando inciderà il prossimo album?
«Proprio in questi giorni sto facendo il biglietto aereo per Los Angeles, dove mi aspetta David Immergluck dei Counting Crows, che sarà il produttore del disco. Mi spingo ancora più a Ovest. Mi piacerebbe comunque tornare ad Austin, per coinvolgere Joe Ely, Alejandro Escovedo, Carrie Rodriguez e altri grandi artisti con cui ho avuto la fortuna di collaborare in questi anni».
Che tipo di album sarà?
«Voglio fare un disco molto diretto e godibile, nessun “concept” questa volta, anche se ci saranno molte ballate. Useremo molte chitarre, pianoforte, organo Hammond, pedal steel, il mandolino e qualche brano tex-mex con violino e fisarmonica».
Sarà cantato tutto in italiano?
«Mi piacerebbe inserire maggiormente la lingua inglese nelle canzoni, un po’ come fanno i Los Lobos con lo spagnolo. Cercheremo di distribuire il disco anche all’estero e stiamo già lavorando a un tour per il prossimo anno in Canada e Stati Uniti.

Maurizio Pratelli

Nella foto:
Il cantautore comasco Andrea Parodi durante un concerto. Sta lavorando al nuovo cd

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.