Economia

Nasce Confcooperative Insubria, la guiderà Frangi

Oltre 400 imprese e un fatturato che sfiora i 230 milioni di euro
Oltre 400 imprese, 47mila soci e 7.691 occupati. Sono alcuni dei numeri di Confcooperative Insubria, l’associazione – nata ufficialmente con l’assemblea di fondazione – che riunisce in un’unica struttura la Confcooperative di Como e la Confcooperative di Varese. Al comasco Mauro Frangi, designato alla presidenza, è toccato ieri riassumere il senso di un’operazione di lungo respiro, destinata a sfociare presto in un più grande rassemblement del quale farà parte anche la Lega Coop.
«Potevamo

stare più tranquilli rimanendo ciascuno a casa propria, organizzando e cercando di far funzionare al meglio le strutture associative e tecniche esistenti. Sarebbe stata, però, soltanto una battaglia di retroguardia. Non avremmo perseguito il mandato che le cooperative ci hanno assegnato: costruire per le nostre imprese una rappresentanza più adeguata, più forte e più coesa e quindi più autorevole e più interessante per i nostri soci», ha detto Frangi parlando all’assemblea riunita al centro congresso Ville Ponti di Varese.
«Crescono, per le strutture associative, le esigenze di efficienza economica e di razionalità organizzativa – ha aggiunto Frangi – Una rappresentanza all’altezza dei tempi, infatti, richiede sinergie, massa critica, circolazione di esperienze, idee, buone pratiche. Confcooperative Insubria non nasce per continuare a fare le cose di prima, aggiungendo l’ulteriore limite di una maggiore distanza dalle cooperative rappresentate. Nasce per fare di più e meglio in favore delle imprese aderenti e dello sviluppo dell’economia cooperativa sui nostri territori. Per fare le cose che prima non riuscivamo a fare».
In Lombardia, Confcooperative Insubria è dietro soltanto a Milano e Brescia per numero di addetti e per fatturato. Sono 404 le imprese associate tra Como e Varese, quasi 230 milioni il fatturato prodotto ogni anno grazie al lavoro di circa 7.700 persone. Un fatturato in cui non è compreso il giro d’affari delle tre Banche di credito cooperativo che da sole danno lavoro a 500 persone.

26 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto