Economia

Nasce Confcooperative Insubria, la guiderà Frangi

Oltre 400 imprese e un fatturato che sfiora i 230 milioni di euro
Oltre 400 imprese, 47mila soci e 7.691 occupati. Sono alcuni dei numeri di Confcooperative Insubria, l’associazione – nata ufficialmente con l’assemblea di fondazione – che riunisce in un’unica struttura la Confcooperative di Como e la Confcooperative di Varese. Al comasco Mauro Frangi, designato alla presidenza, è toccato ieri riassumere il senso di un’operazione di lungo respiro, destinata a sfociare presto in un più grande rassemblement del quale farà parte anche la Lega Coop.
«Potevamo

stare più tranquilli rimanendo ciascuno a casa propria, organizzando e cercando di far funzionare al meglio le strutture associative e tecniche esistenti. Sarebbe stata, però, soltanto una battaglia di retroguardia. Non avremmo perseguito il mandato che le cooperative ci hanno assegnato: costruire per le nostre imprese una rappresentanza più adeguata, più forte e più coesa e quindi più autorevole e più interessante per i nostri soci», ha detto Frangi parlando all’assemblea riunita al centro congresso Ville Ponti di Varese.
«Crescono, per le strutture associative, le esigenze di efficienza economica e di razionalità organizzativa – ha aggiunto Frangi – Una rappresentanza all’altezza dei tempi, infatti, richiede sinergie, massa critica, circolazione di esperienze, idee, buone pratiche. Confcooperative Insubria non nasce per continuare a fare le cose di prima, aggiungendo l’ulteriore limite di una maggiore distanza dalle cooperative rappresentate. Nasce per fare di più e meglio in favore delle imprese aderenti e dello sviluppo dell’economia cooperativa sui nostri territori. Per fare le cose che prima non riuscivamo a fare».
In Lombardia, Confcooperative Insubria è dietro soltanto a Milano e Brescia per numero di addetti e per fatturato. Sono 404 le imprese associate tra Como e Varese, quasi 230 milioni il fatturato prodotto ogni anno grazie al lavoro di circa 7.700 persone. Un fatturato in cui non è compreso il giro d’affari delle tre Banche di credito cooperativo che da sole danno lavoro a 500 persone.

26 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto