Nasconde un polpo nelle mutande. Finisce a processo per rapina impropria

alt Mercoledì scorso a Turate

È uscito dal supermercato con un polpo infilato nelle mutande. Una spesa di appena 11 euro che tuttavia non è passata inosservata agli uomini della sicurezza del D’Ambros Ipermercato di Turate che sono intervenuti.
L’uomo è stato così fermato, ma ne è poi nata una serie di spintoni e strattonamenti che all’arrivo dei carabinieri ha poi portato all’arresto. La contestazione fatta dalla Procura è stata di rapina impropria. Così un 48enne è finito ieri mattina a processo con il rito

“direttissimo”. Davanti al giudice monocratico di Como, Gianluca Ortore, l’uomo, già ben noto alle forze dell’ordine, ha rimediato la pena di 10 mesi. Tra l’altro, una volta scoperto e al termine degli spintoni, avrebbe pure pagato il conto in quanto in tasca aveva una banconota da 50 euro. Il fatto risale a mercoledì della scorsa settimana.

Nella foto:
Un polpo è stato protagonista dell’udienza di ieri mattina

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.