Nascosti nel Tir olandese oltre 450 chili di fuochi artificiali illegali

fuochi_artificiali Una delle “bombe” sequestrate in dogana

Il Capodanno si avvicina e con esso iniziano anche i sequestri di fuochi artificiali illegali o comunque artigianali e non dichiarati. Il primo “botto” in tal senso è stato portato a termine dall’Ispettorato doganale di Chiasso che ha fermato al valico commerciale di Brogeda un Tir danese che all’apparenza trasportava beni alimentari. Una volta passato lo scanner sul rimorchio, tuttavia, è emersa una realtà diversa: in una parte del mezzo pesante erano infatti nascosti cartoni con oltre 450 chili di fuochi artificiali artigianali e illegali. Botti di ogni tipo, dalle bombe carta ad altre tipologie di articoli pirotecnici. Come detto, erano occultati in mezzo ad altri colli di merce deperibile. Sarebbero 23 i cartoni fermati in dogana, contenenti 900 pezzi di fuochi illegali per un peso totale di 468,5 chili.

Da quanto è stato possibile ricostruire, i fuochi artificiali erano stati prodotti artigianalmente in Italia per poi prendere la via dell’Olanda dove pare fossero diretti. Ora invece sono stati posti sotto sequestro e consegnati nelle mani della Polizia cantonale.
L’intervento, di cui si è avuta notizia ieri in giornata (ma che risalirebbe in realtà allo scorso fine settimana) sarebbe avvenuto sabato intorno alle 11.15. Qui, tra i controlli a campione dei mezzi da passare allo scanner mobile, è stato selezionato proprio l’autotreno battente bandiera olandese e il responso finale è stato quello appena citato, con la confisca di mezza tonnellata di fuochi artificiali ritenuti illegali.
Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.