Negozi chiusi la domenica, è polemica. Confesercenti e Confcommercio in lotta

«Negozi chiusi la domenica. Così le famiglie saranno più felici». A un paio di settimane dal Natale era intervenuto così il candidato premier del M5S, Luigi Di Maio.
La questione legata alle aperture domenicali della grande distribuzione ha da sempre tenuto banco e a Como in queste ore fa discutere Confesercenti e Confcommercio. Il nodo è l’apertura o meno della grande distribuzione nella giornata festiva per eccellenza.
«A Como e in provincia i supermercati e la grande distribuzione dovrebbero rimanere chiusi la domenica. L’apertura dovrebbe essere limitata al solo centro storico per offrire un servizio ai numerosi turisti», spiega il presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli, che torna a ribadire l’urgenza di politiche volte a creare un equilibrio tra la Grande distribuzione e i piccoli esercenti. Non tarda ad arrivare la replica di Giovanni Ciceri, presidente della Confcommercio. «La Confesercenti si occupi degli ambulanti, siamo noi i rappresentanti della categoria. L’opportunità di chiudere o meno i supermercati e la grande distribuzione dipende innanzitutto dal luogo. Le domeniche di dicembre – dice Ciceri – soprattutto quelle del periodo festivo, è giusto aprire. Si può discutere poi sugli orari». Al centro delle riflessioni i dipendenti. «La piccola distribuzione non ha il personale che gli consenta di aprire sette giorni su sette. Fin dal 2013 ci siamo impegnati con la campagna “Libera la domenica”», chiosa Casartelli.
A concordare sulla salvaguardia del lavoro svolto dai dipendenti è Adria Bartolich, segretario generale della Cisl dei Laghi. «Siamo a Como e non a New York. Non serve ad esempio aprire tutti i supermercati per tutta la notte contemporaneamente. Si potrebbe pensare a una turnazione – spiega la rappresentante sindacale – anche perchè avere orari dilatati agevola chi vuole far la spesa, ma per il lavoratore è un onere in più». Dalla grande distribuzione interviene Ivana Portella, responsabile comunicazione di Iperal, che nella giornata di ieri ha aperto un nuovo centro a Monte Olimpino a Como. «Noi di Iperal garantiamo a tutti i dipendenti il lavoro su turnazione, con copertura domenicale. Sotto le feste c’è un maggior afflusso di consumatori e noi garantiamo il servizio».
Vittoria Dolci

Articoli correlati