Neiman Marcus in bancarotta chiude magazzino lusso New York

Segno dei tempi per i Hudson Yards

(ANSA) – NEW YORK, 25 LUG – La bancarotta di Neiman Marcus trascina gli Hudson Yards: la catena di grandi magazzini di lusso chiude la scintillante sede inaugurata appena 16 mesi fa al cuore dell’ambizioso progetto immobiliare a nord della High Line, a New York. La decisione è stata presa nel quadro della ristrutturazione prevista dal Chapter 11. Segno dei tempi: oltre che il mega-punto di vendita di New York (16 mila metri quadrati di capi e scarpe griffati, gioielli e cosmetici di alta gamma), verranno sgomberati i negozi di Palm Beach e Fort Lauderdale, in Florida, e Bellevue, nello stato di Washington. Schiacciata dai debiti, la catena texana aveva dichiarato bancarotta in maggio e la pandemia da Covid-19 èl’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso. "Un negozio a Hudson Yards non è più ideale per noi, data la preponderanza di ristoranti e futuri spazio per uffici in quel mall", ha spiegato un portavoce. Una "Las Vegas sull’Hudson" costruita da due dei più grandi gruppi immobiliari del mondo – Related Cos. e Oxford Properties Group – Hudson Yards ha chiuso i battenti in marzo a causa del Coronavirus: un colpo ferale, considerando da quanto poco aveva aperto i battenti. I tre piani occupati finora da Neiman Marcus sono adesso di nuovo sul mercato come "un campus per l’innovazione al cuore del più eccitante nuovo quartiere di New York". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.