Covid, nel Comasco 125 nuovi positivi

Emergenza Covid, coronavirus a Como, volontari della Croce Rossa

I dati sulla diffusione del Covid 19 dei prossimi giorni saranno decisivi per capire se il mini lockdown stabilito dal governo per le feste natalizie e di fine anno sia stato rispettato e se i ricongiungimenti familiari non abbiano favorito una aumento della diffusione del virus.
Intanto, l’ultimo bollettino sull’andamento della pandemia registra oggi 125 nuovi positivi nella provincia di Como. I decessi sono stati 13. Sale il tasso che misura il numero di contagiati rispetto alla popolazione: 5,57% (la vigilia di Natale era del 5,53%). Il numero complessivo dei contagiati nel Comasco è di 33.372, mentre i decessi salgono a 1.413.

I dati in Lombardia
In Lombardia si è vista una nuova impennata della percentuale di positivi, oggi al 10,4%. A fronte di 15.337 tamponi effettuati sono 1.606 i nuovi positivi nel giorno di Santo Stefano.
I tamponi effettuati sono stati 15.337 (il totale complessivo ammonta a 4.780.837). I decessi in Lombardia sono stati 36 e portano allo spaventoso numero di 24.818 morti dall’inizio della pandemia.
I dati che fanno invece sperare sono la sensibile diminuzione dei ricoveri e l’aumento dei guariti/dimessi. È costante, infatti, la discesa del numero dei ricoveri in terapia intensiva (-9) e nei reparti (-137). I guariti/dimessi sono stati ieri 658 per un totale complessivo di 387.049, di cui 3.871 dimessi e 383.178 guariti.
Attualmente in terapia intensiva negli ospedali lombardi vi sono 513 ammalati (-9 rispetto ai dati del giorno di Natale). I ricoverati non in terapia intensiva sono 3.839 (-137).
I nuovi casi per provincia registrati vedono sempre il capoluogo di regione in cima alla triste classifica per numero di nuovi positivi: a Milano sono 499 di cui 313 a Milano città; alto anche il numero di nuovi contagi nella provincia di Varese (341), seguono Monza e Brianza con 141 casi, Brescia con 131, Bergamo con 97 e Mantova 96. Nella vicina provincia di Lecco i casi sono stati 68. Nell’ordine delle decine invece quelli di Cremona, Lodi, Pavia e Sondrio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.