Nella solitudine e nel silenzio la forza per ritrovare se stessi

Sono stata di recente in un monastero di fratelli e di sorelle che vivono in comunità e nel celibato. Praticano l’accoglienza, quella vera, quella rivolta al prossimo, chiunque esso sia e indipendentemente dal credo religioso.
Ti offrono un letto e un posto al loro tavolo.
Ecco, lì, in totale solitudine e silenzio ho sperimentato nel profondo ciò che sembra ovvio, ma poi così non è.
La forza e la potenza della nostra immagine sociale. Il senso del sé è fatto anche della nostra immagine riflessa nello specchio.
L’immagine che abbiamo di noi è riflessa e potentemente condizionata dal ritorno di essa attraverso lo sguardo, il giudizio e le reazioni dell’altro.
Al di là dei profondi significati spirituali e religiosi che possono condurre chiunque di noi in un monastero che pratica l’accoglienza, trovarsi in totale solitudine in un luogo di preghiera e pace, per me ha significato anche la presa di consapevolezza, reale e profonda, di quanto l’involucro sociale sia solo la parte più esterna e superficiale del nostro essere.
Spogliati di quella parte, in un luogo dove non ha nessuna importanza chi siamo, che lavoro facciamo, in cosa crediamo, resta il nostro io più profondo, quello vero, quello reale, di solito soffocato sotto molteplici strati, culturali, sociali, mentali.
E convivere in solitudine con questo io che c’era da sempre e sempre sarà con noi, ma di cui siamo spesso inconsapevoli, è un cammino faticoso, molto più di quanto si possa immaginare, ma porta con sé lo stupore della scoperta.
Perché l’unica persona con la quale siamo sempre e sempre saremo siamo proprio noi e da lì bisognerebbe (ri)partire per il benessere nostro e di tutti coloro che ci circondano.
Ripartire dal sé più vero e profondo, ma non come atto di individualismo e di nichilismo, ma come gesto di amore e di rispetto per l’altro, partendo proprio dall’amore e dal rispetto per se stessi.
Ilaria Mascetti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.