Cronaca

Nella via degli automobilisti la buca più longeva Strade colabrodo, il primato è per viale Masia

alt Mentre il meteo non concede tregua
(a.cam.) Centimetro più, centimetro meno, vuota o piena d’acqua a seconda del momento, la voragine di viale Masia, la strada su cui si affaccia la sede Aci (la “casa” degli automobilisti), è un triste simbolo dell’emergenza buche in città da almeno 4 anni.
E proprio viale Masia è tuttora una delle strade simbolo del problema, un vero percorso a ostacoli per automobilisti, motociclisti e ciclisti. La pioggia di questi giorni ha inevitabilmente peggiorato la situazione e fatto saltare

numerosi dei “rattoppi” fatti nelle scorse settimane, dopo le nevicate.
Difficile fare un elenco delle strade maggiormente coinvolte, perché il problema riguarda indistintamente – o quasi – tutta la città di Como, dal centro alle periferie.
La buca di viale Masia può però sicuramente essere utilizzata come una sorta di simbolo, soprattutto perché appare pressoché identica nelle foto scattate dal 2010 in poi.
Puntuale come la pioggia e la neve in inverno, verrebbe da dire, ecco che si apre la voragine in prossimità della sede dell’Aci. Un chiaro esempio di come i rattoppi siano soltanto un palliativo che non risolve davvero la situazione ma al massimo resiste qualche settimana o, nella migliore delle ipotesi, qualche mese. Tempo permettendo.
A proposito di tempo, atmosferico naturalmente, le previsioni dei meteorologi lasciano poco spazio all’ottimismo, anche se, almeno per la giornata di oggi, la pioggia dovrebbe concedere una tregua.
Gli esperti di Meteo Svizzera annunciano infatti una domenica di Pasqua asciutta. Nel dettaglio, oggi dovremmo avere «cielo abbastanza soleggiato con vento moderato da Nord fino a basse quote». Sul fronte delle temperature, le minime si annunciano attorno a quota 4 °C, mentre nelle ore più calde il termometro salirà fino a 15 gradi.
Un’aria di primavera che purtroppo non sembra destinata a durare. Già da domani infatti le nuvole torneranno a guastare la giornata agli amanti della immancabile gita fuoriporta di Pasquetta.
Ecco la previsione di Meteo Svizzera per la giornata di domani: «Nuvoloso e qualche precipitazione sparsa». E anche le temperature torneranno a scendere, almeno per quanto riguarda le massime, che non andranno oltre i 9 °C.
Archiviato il fine settimana pasquale, poi, anche il resto della settimana si annuncia poco primaverile. Per l’avvio del mese di aprile i meteorologi prevedono infatti poco sole e «temperatura piuttosto fresca, sotto la norma per il periodo». Nel dettaglio, secondo Meteo Svizzera il tempo sarà «martedì nuvoloso e ancora qualche pioggia, mercoledì abbastanza soleggiato, giovedì in parte soleggiato con tendenza a rovesci».
C’è da immaginare che questo clima che fa pensare ancora all’autunno piuttosto che proiettare verso la stagione calda gioverà ben poco ai già martoriati asfalti delle strade lariane. Difficile, in caso di pioggia persistente, anche programmare i rattoppi delle buche più grandi e profonde. A iniziare da quella “simbolo” di viale Masia.

Nella foto:
La sede Aci di viale Masia, a Como, con la “storica” buca incubo del traffico
31 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto