Netanyahu, annessioni in accordo con Usa

Premier su Piano Trump: 'Non ci saranno azioni unilaterali'

(ANSA) – TEL AVIV, 10 FEB – L’estensione della sovranità israeliana agli insediamenti ebraici in Cisgiordania e alla Valle del Giordano "sarà fatta in accordo con gli Usa e non in maniera unilaterale". Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu riferendosi alle polemiche di questi giorni in cui sia il consigliere di Trump Jared Kushner sia l’ambasciatore Usa David Friedman avevano ammonito Israele a non compiere azioni unilaterali sulla scia del Piano di Pace presentato dal presidente americano. "Il riconoscimento di questa sovranità da parte Usa – ha aggiunto Netanyahu, accusato da destra di non voler procedere subito alle annessioni – avverrà al termine del lavoro di mappatura delle zone che sta procedendo". Nel Piano di Trump si stabilisce che la mappatura delle zone in questione deve essere fatta da un Comitato congiunto Usa-Israele. Netanyahu ha anche sottolineato – in una visita nella Valle del Giordano – che le annessioni "non dipendono dall’approvazione dei palestinesi", fortemente contrari al Piano stesso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.