Nibali, bagno di folla al Ghisallo, le foto

Vincenzo Nibali al Ghisallo

Bagno di folla per Vincenzo Nibali in terra comasca. Sono stati centinaia, oggi, gli appassionati di ciclismo che non hanno perso l’occasione di vedere da vicino il campione siciliano, tra l’altro vincitore dei “Lombardia” 2015 e 2017, che hanno avuto il loro epilogo a Como, sul traguardo di piazza Cavour.
Nibali vive a Lugano e spesso si allena sul Lario; con il nostro territorio ha un legame speciale. E ieri ha mantenuto la doppia promessa che aveva fatto da tempo, di portare la sua maglia al Museo del Ciclismo al Ghisallo e di partecipare a una serata organizzata da CentoCantù, l’associazione che organizza l’arrivo sul Lario del “Lombardia”, in collaborazione con Rcs Sport.
Un’occasione ghiotta, per chi ama il ciclismo, di incontrare un campione che ha scritto pagine importanti di questo sport negli ultimi anni.
La trasferta in terra comasca di Vincenzo Nibali è iniziata al Museo del Ghisallo. Sul colle di Magreglio Vincenzo Nibali è stato accolto dal presidente della Fondazione che guida la struttura, Antonio Molteni, a cui ha donato la sua maglia. Un autentico bagno di folla per lo “Squalo dello Stretto”.
«Sono innamorato dell’arrivo a Como del Lombardia, che mi ha dato due bellissime soddisfazioni. Mi alleno spesso da queste parti – ha aggiunto – e devo ringraziare tutti per le manifestazioni di affetto che ricevo ogni volta».
Dopo il blitz al Ghisallo, il campione del pedale ha raggiunto la Brianza, per la serata organizzata a Cantù. Arrivato tra applausi scroscianti, Vincenzo Nibali ha aperto il libro dei ricordi, raccontandosi, con un ovvio “amarcord” sui suoi successi, indimenticabili per il campione, come per i tanti appassionati presenti.
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.