Nicaragua: uragano Eta scende a categoria 2, resta emergenza

Centro uragani prevede sua trasformazione in tempesta tropicale

(ANSA) – MANAGUA, 04 NOV – L’uragano Eta, in evoluzione sul territorio del Nicaragua in direzione dell’Honduras, ha ridotto oggi la sua forza scendendo da 4 alla categoria 2, ma secondo i responsabili del Sistema nazionale di prevenzione, mitigazione e assistenza per i disastri (Sinapred) l’accumulo di acqua generato dal fenomeno meteorologico può causare inondazioni e frane, per cui "non si deve abbassare la guardia". La raccomandazione, segnala il quotidiano La Prensa di Managua, è stata formulata da Guillermo Gonzalez, direttore del Sinapred, che Bilwi è stata la località più colpita dal passaggio di Eta, e che ieri sono state evacuate tutte le famiglie residenti nel cosiddetto ‘Triangulo Minero’, e soprattutto quelle che abitavano vicino ai fiumi della regione. Il giornale sottolinea che ancora non è possibile quantificare i danni causati alle infrastrutture e a residenze, piantagioni e bestiame, mentre è stato confermato un bilancio provvisorio di tre morti in Nicaragua e Honduras. Nel suo ultimo bollettino odierno, il Centro nazionale degli uragani (Nhc) di Miami ha segnalato che Eta va verso una rapida attenuazione della sua forza, trasformandosi in una tempesta tropicale con venti di 110 km/h. Secondo il Nhc, il movimento di Eta è verso ovest ad una velocità di 13 km/h, ed è previsto che oggi attraverserà il Nicaragua, aumentando la sua velocità in direzione dell’Honduras, dove arriverà domani. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.