Nico Mannion nell’Nba con i Golden State Warriors

Nico Mannion

Niccolò “Nico” Mannion, figlio di Pace, indimenticato campione della Pallacanestro Cantù, chiamato dai Golden State Warriors nei Draft Nba 2020, l’evento in cui le franchigie del torneo americano scelgono i loro nuovi giocatori.
Una scelta suggestiva, visto che anche Pace Mannion, all’epoca, era stato cooptato dalla stessa squadra, con cui esordì nell’Nba prima delle esperienze con Utah, New Jersey, Milwaukee, Detroit e Atlanta, che hanno preceduto l’ingaggio da parte della Pallacanestro Cantù nel 1989.
Un giocatore, Mannion Senior, che a Cantù ha lasciato una traccia indelebile. All’epoca era arrivato al posto di Antonello Riva, passato a Milano non senza polemiche. Lo statunitense di Salt Lake City è stato il primo straniero nel ruolo di guardia a Cantù: in precedenza la scelta era stata sempre di puntare su coppie di lunghi.
Mannion non fece rimpiangere Riva. Di lui si ricorda soprattutto la prestazione stratosferica nella semifinale di ritorno della Coppa Korac a Cantù contro il Real Madrid. In una sfida che sembrava ormai persa, a suon di tiri da tre lo statunitense riportò in gara la formazione brianzola, che poi vinse il trofeo continentale (l’ultimo della sua storia europea) in un finale al cardiopalma dopo un tempo supplementare.
I tifosi della vecchia guardia non hanno mai dimenticato Mannion e ovviamente seguono con affetto anche il figlio Niccolò, nato in Italia. La mamma è l’ex pallavolista Gaia Bianchi.
Il giovane giocatore, nato nel marzo del 2001 a Siena, è cresciuto cestisticamente negli Stati Uniti, ma ha scelto di giocare con la Nazionale azzurra, con cui ha già esordito. È considerato uno dei migliori playmaker della sua generazione e ora starà a lui crescere e mostrare le sue qualità nel campionato più importante del mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.