Niente tettoia al Sant’Anna. Gaffuri contro l’ospedale: «Colpevole ritardo»

Il consigliere regionale

(a.cam.) «Il mancato avvio del cantiere per la realizzazione della più volte promessa tettoia dell’ospedale Sant’Anna è imputabile solo ai ritardi della struttura e non alla spending review».
È un attacco diretto all’azienda ospedaliera Sant’Anna quello del consigliere regionale lariano del Pd Luca Gaffuri. Nei giorni scorsi, il direttore generale dell’azienda di via Ravona, Marco Onofri, aveva spiegato l’ennesimo rinvio della realizzazione dell’opera puntando il dito contro i recenti

>tagli imposti dallo Stato e soprattutto contro il divieto di realizzare opere autofinanziate senza un’apposita autorizzazione.
Una tesi contestata però dal consigliere regionale del Partito democratico. «Fatte le dovute verifiche rispetto alle normative e ai regolamenti – spiega Luca Gaffuri – appare chiaro che la non realizzazione della pensilina è attribuibile a un colpevole ritardo della struttura dell’ospedale. Il blocco delle opere autofinanziate, partito a gennaio 2013, era previsto da una delibera della giunta regionale dell’ottobre del 2012, periodo nel quale la pensilina avrebbe dovuto essere già finanziata e messa in cantiere. Invece la tettoia non si farà per errata programmazione della direzione dell’ospedale».
A detta di Gaffuri, la direzione del Sant’Anna non ha giustificazioni. «Non è il primo caso in cui i cittadini comaschi dovranno subire un danno rispetto ai servizi dell’ospedale per ritardi e lentezze attribuibili alla direzione – conclude il consigliere regionale del Pd – E a poco serve accampare giustificazioni, per altro non credibili: ormai il danno è fatto e forse, non più riparabile».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.