Piazza De Gasperi pedonalizzata. Nini Binda: «Bravi, bisogna saper rischiare»

L’ex assessore
«Bisogna saper rischiare. Questa giunta lo sta facendo e va apprezzata».
Piace a Nini Binda, ex assessore alla Mobilità della giunta Botta, il progetto di pedonalizzare piazza De Gasperi. L’estate senza auto ma con i tavolini fronte lago nella piazza della funicolare riscuote consensi. «È un piano che punta a rendere più vivibile e salubre la città. Un progetto che mira a valorizzare la Como turistica – aggiunge Nini Binda – Vanno incentivate simili operazioni. Quando ero
assessore riuscimmo addirittura, per 4 sabati, a chiudere il lungolago e fu un successo. Oggi, con il cantiere delle paratie, non avrebbe senso, ma questa proposta su piazza De Gasperi, unitamente alla decisione di creare una pista ciclabile, coglie nel segno». È la dimostrazione lampante che «chi ambisce a gestire la cosa pubblica, deve saper rischiare. È una dimostrazione da parte della giunta di saper guardare avanti», conclude sempre Binda. Questa rivoluzione prevede, come in passato, anche la regolamentazione dell’accesso lungo viale Geno. Il piano scatterà venerdì prossimo, 6 luglio, per concludersi a fine estate, domenica 9 settembre.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Nini Binda

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.