Non c’è pace per la Questura di Como: arrestati due poliziotti

1quetcomoNon c’è pace per la Questura di Como. Mercoledì mattina, un sostituto commissario dell’ufficio immigrazione, Salvatore Calignano (50 anni), è stato arrestato in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere richiesta dalla Procura di Busto Arsizio. La stessa notifica è stata fatta anche ad un secondo poliziotto in servizio negli uffici di viale Innocenzo, Cosimo Bersano (53 anni), già colpito pochi giorni fa da una prima ordinanza di custodia cautelare in carcere chiesta in quella occasione dalla Procura di Como.

L’ipotesi di reato contestato sarebbe quella di corruzione. L’indagine bustocca sarebbe ruotata attorno ad una importante azienda di elettrodomestici di Gorla Minore. Entrambi i poliziotti si sarebbero fatti pagare dal titolare della società  per adempiere ai favori richiesti dall’imprenditore. 

L’indagine è molto più ampia, tanto che sono 18 le persone finite nella richiesta di custodia cautelare. Tra i reati contestati a vario titolo agli altri indagati c’è anche l’estorsione e l’usura.

Ulteriori particolari su questa inchiesta sul Corriere di Como in edicola giovedì 15 maggio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.