Non dimenticare la violenza domestica

Laura Negretti in uno spettacolo

L’appello dell’attrice Laura Negretti: «Vicini di casa, ascoltate!»

La Rete Antiviolenza di Como ha lanciato un appello nei giorni scorsi: “I vicini di casa non si tappino le orecchie”. Il riferimento è alla violenza domestica visto che, purtroppo, la convivenza forzata può esasperare situazioni familiari difficili. Il numero delle chiamate si è dimezzato, un calo da imputare al fatto che il controllo esercitato sulle donne che vivono situazioni di sottomissione e fragilità psicologica si è fatto ancora più stretto. A raccogliere l’appello è l’attrice comasca Laura Negretti che in teatro ha portato Barbablù 2.0, una storia di violenza domestica che ha superato le cento repliche. “Forse grazie al Coronavirus i mostri che stanno nella stessa casa delle loro vittime hanno deciso di essere un po’ meno mostri? No! Assolutamente no! – mette in guardia Laura Negretti sulla sua pagina Facebook – Significa solo che è diventato ancora più difficile, doloroso e pericoloso per una donna riuscire a trovare anche solo 5 secondi per comporre quel numero e fare quella telefonata che potrebbe salvarle la vita! Lei non può farlo ma tu vicino di casa sì! Tu, che adesso hai 24 ore al giorno per ascoltare cosa avviene al di là della parete di casa tua, ascolta! Componi quel numero di telefono al posto della tua vicina di casa!”. Il numero è l’1522, è gratuito ed è attivo 24 h su 24. Si può chiedere aiuto anche tramite la App gratuita “Where are U” del 112.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.