Non frodarono, assolti

Lario Trade e Power Srl
(a.cam.) Assolti con formula piena perché il fatto non costituisce reato i titolari delle aziende comasche Lario Trade e Power Srl, coinvolti in un’inchiesta per una presunta maxi-frode fiscale che avrebbe avuto come cuore proprio Como. Per i due imprenditori, l’accusa aveva chiesto una condanna a due anni di reclusione.
Il caso era esploso nel 2012, al culmine di un’inchiesta della guardia di finanza che aveva portato alla luce presunte fatture false per oltre cento milioni di euro e tasse non pagate per quasi 32 milioni. Nel mirino delle fiamme gialle erano finiti due imprenditori comaschi, impegnati nel commercio di materiale elettronico e di telefonia. L’indagine era nata dopo una normale verifica fiscale che aveva insospettito i finanzieri. Ieri in Tribunale a Como l’assoluzione. «Entrambi gli imprenditori sono stati assolti con formula piena – sottolinea il legale difensore, Massimo Di Marco – a fronte della richiesta dell’accusa di una condanna a due anni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.