Non si arrende a un amore non corrisposto. Rompe il vetro della finestra e irrompe in casa

altIntervengono i carabinieri di Asso

(m.pv.) Non accettava quell’amore non corrisposto. Così ha pensato bene, nella serata di domenica – intorno alle 22 – di presentarsi a casa di lei (una ventenne di Rezzago) mentre si trovava con un’amica, ha alzato di forza la tapparella e ha rotto il vetro per poter entrare nell’appartamento. Una scena drammatica, con la ragazza, comprensibilmente impaurita, che è riuscita a scappare dai vicini lanciando la richiesta di aiuto ai carabinieri della stazione di Asso che sono intervenuti poco dopo.
Nei guai, con l’accusa di violazione di domicilio, è finito un

23enne di Asso già noto alle forze dell’ordine, che ieri è poi stato processato per direttissima in Tribunale a Como. Ha scelto di patteggiare la pena di 8 mesi e 10 giorni. Tutto trae origine da un amore non più ricambiato dalla ragazza. Il 23enne non accetta la situazione e la sera di domenica si presenta a Rezzago dove la giovane è in compagnia di un’amica. L’innamorato non desiste, alza la tapparella di forza, rompe il vetro ed entra in casa, il tutto mentre la ventenne scappa dai vicini e chiama i carabinieri. Nel frattempo il giovane impugna dei coltelli, minaccia di tagliarsi le braccia, poi apre il gas dell’abitazione sempre con l’intento di farla finita. Sul posto sopraggiungono i carabinieri di Asso. L’intervento dei militari è decisivo: il 23enne viene preso e arrestato. La segnalazione viene poi girata in Procura a Como, al pubblico ministero di turno, la dottoressa Maria Vittoria Isella. L’epilogo, come detto, è stata l’aula di Tribunale, dove ieri mattina il ragazzo di Asso ha rimediato una pena a 8 mesi e 10 giorni.

Nella foto:
Il palazzo di giustizia di Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.