“Non vi vogliamo a Como”. Il messaggio dei tifosi azzurri allo stadio e ad Orsenigo

Le vicende del Como, tra passato, presente e futuro, hanno tenuto banco allo stadio Sinigaglia in occasione della sfida di campionato tra Como e Prato, terminata 0-0. I tifosi, a cui non sono sfuggiti i rumors di questi giorni, si sono schierati rispetto ad alcuni potenziali partecipanti all’asta, in programma a metà marzo. In particolare hanno dedicato cori e un striscione a personaggi che nelle ultime occasioni si sono visti allo stadio. “Bizzozero, Vangone, Vertolomo, non vi vogliamo a Como” hanno scritto.

Daniele Bizzozero è l’ex patron del Lecco, che anche oggi era al Sinigaglia. Nel primo tempo ha seguito il match sotto la postazione dello speaker, poi nella seconda parte si è defilato in tribuna e quindi, oltre ad aver letto in prima persona il messaggio della curva, ha anche sentito i cori che gli sono stati dedicati. Andrea Vertolomo e Umberto Vangone sono gli ex proprietari del Potenza, che erano allo stadio in occasione della partita con l’Alessandria (curiosamente nella stessa posizione in cui oggi c’era Bizzozero).

Uno striscione che poi è stato attaccato fuori dal centro sportivo di Orsenigo, a fianco di un altro messaggio alla S3C, la società proprietaria del club lariano fino al fallimento della scorsa estate: “Ridacci Orsenigo” è stato scritto. Una vicenda che, come è noto, è approdata in questi giorni in tribunale (cliccare QUI per leggere l’articolo dedicato alla prima udienza).

 

Articoli correlati