Non vogliono pagare il biglietto del bus. Nei guai per l’interruzione del servizio

Intervengono i carabinieri di Menaggio

(m.pv.) Costa cara a due ragazzi di Parè e Gravedona ed Uniti, l’inspiegabile e perentoria presa di posizione di non voler pagare il biglietto dell’autobus su cui erano saliti. Entrambi sono infatti stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica con l’accusa di interruzione di pubblico servizio. Tutto nasce nella giornata di mercoledì alla stazione di Menaggio, lungo la linea dell’autobus che collega Colico a Como. I due (lui 22 anni di Gravedona ed Uniti, lei 19 anni di Parè)

saliti a Dongo, vengono controllati e trovati sprovvisti di biglietto. Il controllore invita la coppia a fare il tagliando e a pagare la multa, mentre i due pretendono di rimanere sul torpedone senza pagare il biglietto invitando l’addetto a elevare la contravvenzione nei loro confronti. Ne nasce un litigio che blocca l’autobus per circa mezz’ora. Alla fine sul posto vengono chiamati i carabinieri della stazione di Menaggio che, dopo aver convinto i ragazzi a desistere dal loro intento, li hanno poi denunciati all’autorità giudiziaria per il già citato reato di «interruzione di pubblico servizio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.