Notai e Questure, accordo per gli atti degli stranieri

Como e Lecco
Collegio notarile e Questure di Como e Lecco insieme per facilitare la sottoscrizione di atti che vedano coinvolti in prima persona cittadini stranieri. Ieri mattina, è stato siglato un protocollo d’intesa che prevede la collaborazione tra i notai e gli agenti di polizia per verificare rapidamente la documentazione presentata al momento dell’effettuazione di un atto giuridico.
Il protocollo d’intesa è stato firmato dal presidente del collegio notarile di Como e Lecco, Franco Panzeri
, e dai questori di Como e Lecco, Michelangelo Barbato e Fabrizio Bocci. Secondo le ultime statistiche, il 3-4% degli atti notarili sottoscritti sul Lario interessa un cittadino straniero.
«Si tratta di un nuovo importante accordo che va nella direzione di migliorare il servizio – ha spiegato Panzeri – Il flusso di informazioni tra notai e questure avverrà tramite posta elettronica certificata, nel pieno rispetto delle regole per la tutela della riservatezza delle persone coinvolte».
«Grazie a questo progetto pilota – hanno aggiunto i questori – il cittadino straniero potrà avvicinarsi con maggior tranquillità alla stesura di atti di compravendita di immobili o società. Sarà anche un deterrente all’utilizzo di falsi permessi».

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.