Note in ateneo, lunedì gran finale per la stagione musicale dell’Insubria

Giuseppe Verdi

 I motivi delle più famose e popolari arie d’opera italiane in diretta YouTube dall’aula magna varesina dell’Università dell’Insubria lunedì 14 giugno alle ore 17, con i fratelli Aurelio e Paolo Pollice. Un gran finale per la XX Stagione musicale dell’ateneo, che con il concerto «4 mani all’opera» (riprogrammato rispetto alla data originale per motivi di salute) chiude un anno particolarmente intenso.

«L’impossibilità di effettuare i concerti in presenza del pubblico – racconta il direttore artistico della stagione Corrado Greco – si è trasformata anche in un’opportunità. Abbiamo potuto sperimentare nuove modalità di erogazione degli eventi in streaming rivolgendoci a una platea molto più ampia di quanto la capienza della sala ci consenta, con centinaia di visualizzazioni per ogni appuntamento. L’archiviazione sul canale YouTube dell’ateneo consente poi la fruizione asincrona e parziale del singolo evento. Sono tutti elementi di cui potremo far tesoro anche quando, speriamo presto, torneremo ad accogliere il pubblico in sala, immagino una modalità mista – dal vivo e in streaming – grazie all’apporto prezioso dei nostri tecnici».

Aurelio e Paolo Pollice, diplomati in pianoforte rispettivamente al Conservatorio Santa Cecilia di Roma e al Giuseppe Verdi di Milano, sono entrambi solisti dalla carriera internazionale.

Il programma di «4 mani all’opera!» prevede in carrellata trascrizioni a quattro mani di: «Casta diva» da «Norma» di Vincenzo Bellini; «Largo al factotum della città» da «Il Barbiere di Siviglia» di Gioachino Rossini; «Una furtiva lagrima» da «Elisir d’amore» di Gaetano Donizetti; «Intermezzo» da «Cavalleria rusticana» di Pietro Mascagni; «Vesti la giubba» da «Pagliacci» di Ruggero Leoncavallo; «Va pensiero» da «Nabucco» e «Parigi o cara» da «Traviata» di Giuseppe Verdi; «Nessun dorma» da «Turandot» di Giacomo Puccini. .Per seguire la diretta streaming su YouTube: https://youtu.be/2Jy3nQOOVHQ. Sul canale YouTube dell’ateneo si possono rivedere e riascoltare tutti i concerti della stagione; per altre informazioni www.uninsubria.it/stagione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.