Novembre: i treni in ritardo doppiano quelli in orario

Treno, Trenord

Un avvio di settimana che certo non promette bene per i pendolari comaschi. I ritardi dei treni per Milano hanno iniziato ad accumularsi a partire dalle 8 di ieri mattina sia sulla tratta dalla stazione di Como Lago sia su quella da Como San Giovanni, con convogli partiti fino a 20 minuti dopo l’orario previsto. I disagi si sono poi trascinati lungo tutta la mattinata.
Sulla linea Asso-Seveso-Milano, inoltre, il treno delle 9.23 da Milano Rogoredo è partito dalla stazione con 22 minuti di ritardo «a causa dell’attesa del treno corrispondente», si legge sul sito di Trenord.
Sulla Bellinzona-Chiasso-Como-Milano Centrale, il treno delle 8.43 da Rho con arrivo a Como San Giovanni alle 10.16 ha viaggiato con 17 minuti di ritardo «per le ripercussioni – si legge sempre sul sito – della sosta prolungata di un altro treno, che ha rallentato la circolazione ferroviaria della direttrice».
Il convoglio da Chiasso alle 10.13, con arrivo previsto a Rho alle 11.47, è partito dalla stazione di Como San Giovanni alle 10.19, mentre quello delle 8.39 da Milano Porta Garibaldi diretto a Chiasso per le 9.47 è partito 16 minuti dopo, a causa dell’attesa del treno corrispondente e ha terminato il viaggio a Como San Giovanni.
Infine, sulla tratta Mariano/Camnago-Seveso-Milano, il treno delle 9.23 è partito dalla stazione di Milano Rogoredo con 22 minuti di ritardo perché in attesa del convoglio corrispondente.
Prendendo in considerazione l’intero mese di novembre che si è appena chiuso, sulla linea Como-Milano i treni in ritardo sono stati 572, quelli soppressi 97 e quelli in orario 300. Numeri sempre più sconfortanti. Come dato statistico, è possibile segnalare che sono stati totalizzati 6.053 minuti di ritardo complessivo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.