Nuova giunta di Como. La “ribellione” di Forza Italia: «Assessori eletti»

Alessandro Fermi con Mariastella Gelmini

Gli eletti e i candidati di Forza Italia a Palazzo Cernezzi lanciano un messaggio chiaro al partito: i due assessori della futura giunta Landriscina siano scelti tra chi è entrato in consiglio comunale. Niente esterni. E niente nomine che non abbiano ricevuto l’avvallo del voto popolare. In assenza del coordinatore provinciale, Alessandro Fermi, impegnato a Menaggio in un convegno sulle fusioni tra Comuni, la base azzurra si è riunita lunedì sera per fare il punto della situazione sul passaggio più delicato del dopo elezioni: la formazione dell’esecutivo del capoluogo lariano.

La giunta, che avrà 8 assessori, è ormai quasi del tutto pronta. Mancano in effetti soltanto due tasselli: il secondo nome di Forza Italia e il “tecnico” che il sindaco intende portare con sé nella squadra per affidargli una delega pesante. La presa di posizione degli eletti e dei candidati azzurri è il segnale chiaro di un malessere che serpeggia ormai da giorni tra le file del partito. Da quando, cioè, il sindaco ha detto no alla possibile nomina di Francesco Pettignano, il più votato dei forzisti dopo la capolista Anna Veronelli. Quest’ultima, ormai certa della candidatura alla presidenza del consiglio comunale, si è tirata fuori dai giochi per la giunta, pur partecipando alle trattative in corso in veste di coordinatrice cittadina di Forza Italia.

La questione è più delicata di quanto possa sembrare, ed è tutta nelle mani di Fermi. Che dovrà indicare al sindaco, entro pochi giorni, il nome del secondo assessore azzurro. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, Landriscina avrebbe assicurato al rappresentante forzista le deleghe gestite nei cinque anni del centrosinistra dall’architetto Daniela Gerosa. Anche per questo, il coordinatore provinciale di Forza Italia si è preso ancora qualche giorno di tempo. Per individuare una persona con la necessaria esperienza. Il primo consiglio comunale dovrebbe essere convocato per lunedì 17 luglio. A tutti gli eletti è stata assegnato un indirizzo di posta elettronica certificata su cui, a partire dalle prossime ore, riceveranno le comunicazioni ufficiali del municipio.

Articoli correlati