Nuova mostra per il comasco Sergio Orlando

Sergio Orlando dipinto

Evento da non mancare per gli appassionati di pittura alla Galleria degli Artisti di via Nirone, 1 (angolo Corso Magenta) a Milano (Tel. 02-867841, www.galleriadegliartisti.net). Da sabato 11 febbraio (vernissage alle 17) esporrà Sergio Orlando, pittore nato a Como e  legatissimo alla Valle Intelvi. Nella personale “La poesia del vero” proporrà 50 opere tra paesaggi (molti dedicati al nostro lago), nature morte e disegni. Per l’occasione verrà anche presentato il volume “La poesia del vero” con testi del poeta Maurizio Cucchi e del giornalista del “Corriere della Sera”  Lorenzo Viganò, più un contributo di Silver, l’autore del personaggio dei fumetti Lupo Alberto molto amato da piccoli e grandi. Proprio Silver durante la presentazione del volume riccamente illustrato che è edito dalla prestigiosa “Giorgio Mondadori” si esibirà realizzando in diretta alcune vignette. Ingresso libero. La mostra di Sergio Orlando si potrà visitare fino al 4 marzo prossimo, da lunedì a sabato (orari: 10-12.30 e 16-19).

Il volume è una piccola delicata monografia in cui Sergio Orlando fa dialogare pittura e poesia, anime che convivono in un artista sensibile ed eclettico. Il volume presenta una quindicina di versi e una trentina di dipinti selezionati per la mostra personale che si tiene in queste settimane alla Galleria degli Artisti di Milano ma è anche una bella finestra sulla poetica di Orlando. Le opere abbracciano circa mezzo secolo del suo percorso artistico, da un disegno a biro del 1967 (Nudo) a un olio del 2016 (Mele). Il testo di Maurizio Cucchi, poeta e critico letterario, ben introduce a una più consapevole conoscenza dell’autore, rafforzata dal saluto del noto fumettista Silver (Guido Silvestri) e da un intervento di Lorenzo Viganò, giornalista e scrittore. Nell’antologia finale contributi di vari personaggi che hanno scritto di Orlando, da Mario Luzi a Federico Fellini, da Carlo Bo a Giovanni Raboni, da Sergio Zavoli a Ferruccio de Bortoli solo per citarne alcuni. “Nel lavoro di Orlando – ha affermato Cucchi –  uno degli aspetti più rilevanti e vivi del rapporto tra parola e immagine dipinta è nella forte densità pastosa della sua pittura cui risponde una lirica lievissima, vagamente trasognata e trasparente nella sua semplicità.” Sergio Orlando nasce nel 1939 a Como e trascorre la sua infanzia nella Valle d’Intelvi, luogo d’origine dei Carloni, famosi artisti e scultori dai quali discende un ramo della sua famiglia. I genitori, entrambi attori, gli trasmettono l’interesse per il teatro e per l’arte. A Milano è allievo di Giulio Vito Musitelli e, successivamente, di Gino Moro alla Scuola libera del nudo a Brera. A Venezia frequenta l’atelier di Virgilio Guidi. Nel 1970 tiene la sua prima mostra personale. Vive e lavora a Milano e, nei mesi estivi, si stabilisce nell’amata Lanzo d’Intelvi, dove allestisce mostre personali ormai diventate un appuntamento fisso frequentato e apprezzato. Oltre che a Milano, ha esposto in mostre personali a Roma, Firenze, Torino, Como, Novara, Cremona e altre località italiane.

Articoli correlati