Nuovo giro di tamponi, Cantù attende il responso

Basket Cantù Varese

Ieri un nuovo giro di tamponi. In queste ore si attende l’esito. Allenamenti bloccati fino a giovedì, visto che domenica non è prevista alcuna partita.
Sono giorni particolari per la Pallacanestro Cantù, di nuovo alle prese con una emergenza Covid. Non come quella di qualche mese fa, che costrinse i brianzoli a uno stop completo. Ora il problema riguarda lo staff tecnico e Frank Gaines, che non è entrato a referto nella partita disputata ad Assago.
Domenica scorsa al Forum, nella gara persa contro l’Olimpia per 70-57, formalmente è risultato quale allenatore Christian Di Giuliomaria, anche se nella sostanza si è trattato di una autogestione dei giocatori guidati, nei timeout, da Maarten Leunen.
Una Acqua San Bernardo che ha messo coraggio e carattere ed è uscita a testa alta da un match che ha comunque affrontato, anche se i protocolli le avrebbero consentito di rinviare. Ma l’impossibilità di trovare un buco nel calendario dell’Olimpia – che prende parte all’Eurolega – ha portato la dirigenza canturina alla scelta di schierare in ogni caso la squadra.
In classifica i brianzoli sono ultimi a 14 punti con Varese e Reggio Emilia. A quota 16 si trovano Cremona, Trento e Fortitudo Bologna. Domenica prossima l’Acqua S.Bernardo starà alla finestra – e considerata la situazione potrebbe essere una utile pausa – visto che dovrà osservare il turno forzato di riposo causato dal ritiro di Roma e dalla nuova composizione del torneo, ora con un numero dispari di squadre.
Il ritorno in campo sarà il 3 aprile nella sfida interna con Brindisi, incontro che aprirà la volata finale per la conquista della salvezza sul campo. anche se sono sempre più intense le voci che riguardano un ridisegno complessivo del regolamento del torneo, con il blocco delle retrocessioni.
Ieri, intanto, è stata una giornata emozionante per gli studenti delle scuole medie di Figino Serenza, che, con una iniziativa portata avanti dal professor Oscar Pedretti – preparatore atletico della compagine brianzola – hanno potuto seguire una lezione in diretta con le due giovani promesse del club brianzolo, Gabriele Procida, nella foto, e Jordan Bayehe.
Nell’appuntamento on- line i quesiti hanno toccato tutti i campi. Non soltanto l’attività cestistica, ma anche il razzismo e la gestione dell’immagine e dei rapporti con i tifosi in un’era come questa caratterizzata dai “social”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.