Nuovo rogo doloso: colpito un Caterpillar della “Comedil”

Ancora un rogo nella notte. Ancora un mezzo utilizzato nei cantieri edili l’obiettivo scelto. E ancora, ovviamente, un danno ingente per la società colpita, la Comedil di Olgiate Comasco. A distanza di appena un giorno dall’assalto di mercoledì notte, nella serata di giovedì mani fino ad ora ignote hanno dato alle fiamme un Caterpillar della ditta lariana, già colpita duramente solo 24 ore prima nell’incendio che aveva distrutto due pale meccaniche del valore superiore a centomila euro.
Il primo colpo era stato messo a segno all’interno della Comedil di Olgiate Comasco, mentre questa volta i malviventi hanno colpito in un cantiere ad Appiano Gentile, in via Salvo D’Acquisto.
Le fiamme sono divampate intorno a mezzanotte e, come detto, hanno avvolto e danneggiato in modo serio un Caterpillar lasciato nel cantiere in cui l’impresa stava lavorando. Identiche le modalità che uniscono il colpo di giovedì sera a quello di mercoledì notte: anche in questa occasione, infatti, a essere preso di mira è stato un mezzo utilizzato nei cantieri edili, incendiato con l’impiego di un liquido infiammabile.
Sia i vigili del fuoco, che hanno lavorato per un paio di ore per spegnere il rogo, sia i carabinieri di Appiano Gentile, che hanno compiuto un sopralluogo, non hanno infatti dubbi sulla matrice dolosa dell’incendio.
Il fatto è stato tra l’altro già segnalato alla Procura della Repubblica di Como. I danni di questo nuovo assalto non sono ancora stati quantificati nel dettaglio, ma anche in questa circostanza è credibile ipotizzare un valore intorno ai centomila euro.
Le forze dell’ordine hanno sentito i titolari della ditta nuovamente presa di mira, cosa peraltro già accaduta subito dopo il precedente rogo. Ma le vittime non hanno potuto fare altro che ribadire, ai carabinieri di Appiano Gentile, quanto già detto solo poche ore prima ai militari della stazione di Olgiate Comasco, ovvero che in precedenza mai avevano subito minacce o ricevuto richieste estorsive.
Rimane dunque da capire perché una mano anonima abbia deciso di colpire in modo tanto duro l’impresa con sede a Olgiate Comasco, che in 24 ore ha visto andare in cenere due pale meccaniche e un Caterpillar, per un danno quantificabile in una cifra abbondantemente superiore – tutto compreso – ai 200mila euro.

M. Pv.

Nella foto:
Sotto i teli, le due pale meccaniche danneggiate nel primo rogo che mercoledì notte ha colpito la Comedil di Olgiate Comasco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.