Oggi la Cassazione decide su don Mauro. Si parte da una doppia condanna a 8 anni

Il sacerdote di Laglio
La delicata vicenda di don Mauro Stefanoni approda questa mattina in un’aula – per la terza volta – della corte di Cassazione. I giudici romani sono infatti chiamati a decidere sulle presunte violenze subìte da un ragazzino non ancora maggiorenne dell’oratorio di Laglio quando il prete era parroco del comune in riva al Lario. Don Mauro parte da una condanna in primo e in secondo grado a otto anni di reclusione. La questione è già approdata due volte nella Capitale: nella prima occasione i giudici romani rinviarono la discussione
in seguito alle troppe udienze fissate, la seconda volta invece a fermare tutto fu un difetto di notifica a un legale della difesa.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Una foto della chiesa parrocchiale di Laglio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.