Oggi parte la serie B, il Como sta davvero bene

Allenamento Como

Frosinone contro Parma, due nobili decadute danno questa sera il via al campionato di serie B. Il Como scenderà in campo domenica sera a Crotone, la settimana successiva a Lecce. Doppia trasferta con squadre molto ambiziose: una è appena retrocessa, l’altra ha un passato recentissimo nella massima serie. Nell’ultima stagione è uscita dai playoff in semifinale dopo aver chiuso al 4° posto. Due avversarie di rango, insomma. In via Sinigaglia oggi parla mister Giacomo Gattuso, ma è innegabile che, avversari a parte, si respiri aria di grande entusiasmo alla vigilia di questo nuovo debutto.
I motivi dell’entusiasmo che diventa ottimismo sono molteplici, a iniziare dagli ultimi colpi di mercato, che hanno dato peso a un settore cardine come quello dell’attacco.

C’è poi il fattore stadio e pubblico. L’ultimo campionato con gli spalti deserti, pur vinto e a tratti dominato, ha avuto un sapore differente. Ora si torna al Sinigaglia, l’11 settembre, la burocrazia per l’agibilità si dovrebbe completare già la prossima settimana. Il campo è pronto, è comparso anche lo scudetto con Como 1907 sull’erba, la stessa coreografia proposta sui nuovi seggiolini della curva.

Certo, il campionato sarà lungo e faticoso. Le partite sono le medesime della serie C, ma il dispendio di energie per ogni match non è paragonabile, le trasferte ben più lunghe. Secondo i dirigenti azzurri ci sarà anche grande equilibrio in B, così come è stato negli ultimi anni. In Lega Pro conta molto il budget della società, mentre nella serie cadetta c’è un livellamento maggiore. Molte rose si equivalgono come valore, sono tanti i giocatori “di categoria” che non sono riusciti a fare il salto in serie A nonostante le doti tecniche e fisiche.

Certo, resta l’incognita della pandemia. Nell’ultima stagione il Como pagò un prezzo particolarmente alto in materia di positività nel gruppo squadra. Al momenti i presupposti della diffusione del virus sono differenti, ma si tratta di un’incognita da tenere comunque presente. Restano le prime due gare, tutte in salita. «Via il dente, via il dolore», dicono da via Sinigaglia. E che il campionato abbia inizio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.