Oltre settecento disegni e migliaia di immagini

L’archivio – Catalogo informatizzato dal 2003
L’archivio Cesare Cattaneo, costituito dal materiale raccolto direttamente dall’artista razionalista, è stato conservato dalla famiglia, alla morte dell’architetto, dapprima senza inventariazione e catalogazione. In seguito, i figli hanno deciso di valorizzare quanto già posseduto, acquisendo nuovi materiali e catalogando progressivamente l’intero patrimonio. Dopo un primo stadio manuale, dal 2003 è iniziata la fase di catalogazione informatizzata, che ha portato alla creazione di un

database elettronico, poi convertito nel programma Sesamo. Attualmente l’archivio è composto da 778 disegni di architettura e 1.156 schizzi, raccolti in cartelle ordinate per progetto e anno di esecuzione, 1.347 fotografie d’epoca e postume, 9 plastici, 23 faldoni di documentazione storica e 11 di documentazione postuma. L’ente conservatore del fondo è l’associazione Archivio Cattaneo.

Cristina Fontana

Nella foto:
Uno degli schizzi conservati nell’Archivio Cattaneo di Cernobbio relativi al monumento razionalista di Camerlata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.