Omar Pedrini a tutto campo fra musica,  gli anni passati in Brianza e il calcio con il ricordo di Borgonovo
Cultura e spettacoli, Musica, Sport, Vip

Omar Pedrini a tutto campo fra musica, gli anni passati in Brianza e il calcio con il ricordo di Borgonovo

Un incontro piacevole, con l’alternanza di brani scelti dal suo libro biografico, “Cane sciolto”, l’esecuzione di qualche suo brano e il racconto di aneddoti e curiosità sulla sua carriera nel mondo della musica. E’ stato un Omar Pedrini a tutto campo, quello che ha partecipato ad un riuscito e applaudito incontro alla Fiera del Libro, ieri sera in piazza Cavour. “Per me è un po’ come tornare a casa – ha detto – visto che in passato ho vissuto per anni a Cantù e a Mariano Comense” riferendosi al periodo in cui era unito sentimentalmente con la conduttrice Elenoire Casalegno. Il cantante ha anche annunciato che presto uscirà un disco  dedicato ai tre decenni di vita dei Timoria, il gruppo che lo ha lanciato e fatto conoscere. Al termine non sono mancate le richieste di autografi e di foto con i suoi ammiratori di tutte le età.

Lo stesso Pedrini al termine dell’incontro ha raccontato ai fans che si sono fermati con lui qualche aneddoto calcistico, da tifoso del Brescia, la squadra della sua città. “Mi ricordo quando sono venuto a vedere Como-Brescia nella stagione di serie B 1989-1990, partita che terminò 0-0. Io ne vidi solo una parte , visto che ci fu qualche problema con la polizia. Ma, al di là di questo, l’immagine più bella di questi confronti è quella degli stadi tutti biancoazzurri, visto che Como e Brescia hanno gli stessi colori”. Poi un ricordo dedicato a Stefano Borgonovo: “L’ho conosciuto nell’anno in cui ha giocato nel Brescia (era il torneo 1994-1995, ndr). Una grande persona: aveva il Como nel cuore. Mi aveva detto che gli sarebbe piaciuto tornare sul Lario  a fine carriera per vincere con la squadra azzurra. La voleva rivedere nei campionati maggiori. Poi ha iniziato ad allenare nel settore giovanile e sono sicuro che gli sarebbe piaciuto arrivare alla prima squadra per ottenere risultati importanti. Poi, purtroppo, sappiamo quello che è successo: eravamo amici e andavo a trovarlo a Giussano quando era ammalato”.

5 settembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto