Omicidio di Veniano: udienza di fronte al Riesame. Invocata la legittima difesa

Omicidio di Veniano

Si è svolta l’udienza davanti al giudice del Tribunale del Riesame con al centro dell’attenzione l’omicidio di Hans Junior Krupe, il 25enne di Veniano ucciso a coltellate il 16 giugno scorso. Delitto nato per un litigio successivo a degli schizzi d’acqua da una fontanella.

I legali difensori di Giorgio Luraschi, l’operaio 47enne accusato di omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dalla presenza di un minore hanno chiesto la revoca dell’arresto dell’uomo o, in subordine, i domiciliari. La difesa ha sostenuto fin dal primo interrogatorio la tesi della legittima difesa. Luraschi avrebbe estratto il coltello perché si sarebbe sentito minacciato dalla vittima e avrebbe colpito Krupe per difendersi.

Una tesi che non era stata accolta dal giudice delle indagini preliminari di Como, che aveva confermato la custodia cautelare in carcere e la tesi accusatoria. Ora, per le prossime ore, è attesa la decisione del Riesame.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.