Operazione antidroga: cocaina nel borsone, arrestato comasco

Intervento dei carabinieri

Nel bagagliaio dell’auto, in un borsone, aveva nascosto quindici chilogrammi di cocaina. Fermato dai carabinieri a Varedo, nel Monzese, un comasco di 54 anni è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’uomo, residente nel Comasco, è stato fermato nell’ambito di un vasto servizio di controllo antidroga effettuato durante lo scorso fine settimana dai carabinieri del comando provinciale di Milano nell’hinterland del capoluogo lombardo e in provincia di Monza Brianza. Complessivamente, i militari dell’Arma hanno sequestrato oltre 80 chilogrammi di sostanze stupefacenti e 510mila euro in contanti. Sono quattordici le persone arrestate, compreso il comasco.
Il 54enne è stato notato dai carabinieri mentre era fermo, a bordo della sua auto, sul margine della strada sulla provinciale 35, in territorio di Varedo. I carabinieri hanno deciso di procedere con un controllo approfondito, hanno perquisito la macchina e nel bagagliaio hanno scoperto il grosso carico di cocaina. La droga è stata sequestrata e il comasco è stato arrestato.
Il sequestro più ingente, nell’ambito dei servizi antidroga, è stato fatto in un magazzino a Rescaldina, nel Milanese, dove i carabinieri hanno scoperto oltre sessanta chilogrammi di marijuana nascosti tra le cassette della frutta, nel doppiofondo di un camion. Cinque in questo caso gli uomini arrestati per traffico di droga, tre italiani e due spagnoli.

Articoli correlati