Opere d’arte “giovani” per raccontare l’Arma

alt

Il concorso per i 200 anni dei carabinieri

Un concorso di pittura, scultura e design per chiedere ai giovani come vedono l’Arma dei Carabinieri che festeggia il bicentenario della fondazione. È questo il progetto che prende il titolo “L’arma dei carabinieri: 200 anni di storia. I valori senza tempo da preservare… ieri, oggi, sempre” e che coinvolge gli studenti dei licei artistici e degli istituti d’arte anche del Comasco (nonché le cattedre di pittura delle

Accademie delle Belle Arti) dove è stato presentato nei giorni scorsi. L’anno scolastico interessato dal concorso è quello attuale, 2013-2014. L’idea è nata dall’unione delle iniziative del Comando generale dell’Arma dei carabinieri con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il ministero per i Beni e le attività culturali e del turismo.
«L’adesione è volontaria e gratuita – scrive l’Arma in un comunicato stampa – e i concorrenti potranno partecipare a una delle cinque sezioni in gara realizzando opere pittoriche, plastiche, grafiche, multimediali o di design secondo la propria interpretazione del ruolo e dei valori incarnati» dai carabinieri. Le opere passeranno da una prima selezione regionale, per poi accedere – quelle ritenute più meritevoli – ad un successivo vaglio della commissione esaminatrice nazionale. Premiate saranno le prime tre opere di ogni categoria. Il concorso sarà chiuso dall’esposizione – nazionale e regionale – dei lavori.

Nella foto:
La presentazione al Liceo Artistico “Michelangelo”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.