Operiamo con serietà fieri del nostro lavoro

Scrivo per chiedere di dare voce ad una piccola azienda che in questi giorni è stata vittima di un sistema che ha dimostrato non funzionare e di una stampa distratta che con un comportamento superficiale rischia di rovinare una realtà sana di persone per bene, di quell’Italia che lavora di cui si sente tanto parlare tessendone le lodi e che, a conti fatti, si è pronti a distruggere per una copia in più venduta. Produciamo ravioli in Brianza e alcune confezioni del nostro prodotto sono state trovate positive ai controlli effettuati dai Nas rivolti a ricercare Dna equino in prodotti che non lo riportassero in etichetta (3° caso in Italia) presso l’ipermercato D’Ambros di Turate. Chiedo la possibilità di poter gridare a gran voce il sacrificio e la passione che tanto ci hanno animato nelle ultime tre generazioni e che nonostante le tante difficoltà degli ultimi anni ci hanno portato a dare sempre un prodotto di qualità ai nostri consumatori e per tale ragione ci hanno permesso di poter andare fieri del nostro lavoro. Noi siamo una piccola azienda artigiana e rispettiamo con scrupolo tutte le regole, abbiamo investito molto nell’implementare procedure che garantiscano la qualità del prodotto finito che produciamo a partire dalle materie prime che utilizziamo. Queste ultime, ci teniamo a precisare, vengono acquistate da fornitori certificati italiani dell’area milanese e veronese. I controlli ad oggi sono sempre stati indirizzati a verificare la qualità e mai la veridicità di quanto dichiarato in etichetta; noi come i consumatori siamo stati le prime vittime di una filiera che, nonostante fosse certificata, non ha funzionato. Chi fa il proprio lavoro con il cuore e con serietà non deve vergognarsi del proprio prodotto e non può essere bandito dai punti vendita. Al contrario deve andare fiero di ciò che ha fatto e continuare a farlo al meglio. Quello che chiediamo è di poter raccontare la nostra verità e di ringraziare pubblicamente chi ci ha già confermato la propria fiducia e, spero, ci permetterà di continuare ad esistere. Siamo sicuri che lo stesso D’Ambros, nonostante le dichiarazioni iniziali, capirà la nostra posizione e continuerà a investire nelle realtà locali e non metterà in strada tante famiglie per bene.

Antonio Rusticoni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.