Ora Villa Geno può diventare una Spa

altAllargata la possibilità di impiego per attività turistico-ricettive
Palazzo Cernezzi mette sul tavolo un boccone appetitoso per le imprese che si occupano di turismo. La splendida Villa Geno, edificio della fine del XVIII secolo realizzato sull’omonima punta del Primo Bacino, potrebbe diventare un hotel di lusso o una Spa.
La Villa era stata trasformata in ristorante: si ricorda la gestione della famiglia Pizzi e, dal 2000, della società Cabella.

Il Comune cerca ora un nuovo gestore e il bando per la concessione del compendio di Villa Geno, oltre che all’attività ristorativa, sarà aperto anche ad attività turistico-ricettive.

 

Lo ha deciso ieri la giunta a cui l’assessore al Patrimonio Marcello Iantorno ha comunicato che il documento sarà predisposto entro fine anno.
«Parliamo di uno dei beni più pregiati tra quelli di proprietà del Comune – spiega Iantorno – L’appeal turistico della città e del territorio sono forti ed è giusto non scartare alcuna ipotesi».
«L’auspicio è che la nuova gestione possa essere operativa sin dalla prossima stagione turistica in coincidenza con Expo», ha aggiunto l’assessore.
La volumetria di Villa Geno non si presta certo alla realizzazione di un grande albergo. Le eventuali camere sarebbero limitate, ma, come detto, vista la posizione unica, l’ex dimora dei Marchesi Cornaggia Medici potrebbe essere facilmente trasformata in una dependance di una struttura extralusso con una serie di servizi quali, ad esempio, una Spa.

P.An.

Nella foto:
La splendida Villa Geno, realizzata a fine 1700, è stata trasformata in un ristorante

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.