Organo “Prestinari”, ecco il programma del primo concerto

Organo Prestinari Blevio

Si intitola “Nova ed vetera”, un dialogo costante tra antico e moderno, il concerto inaugurale che domenica 30 agosto celebrerà 30 anni di concerti all’organo “Prestinari di Blevio nella chiesa a lago intitolata ai santi Gordiano ed Epimaco, appuntamento alle 17. In programma di Anonimo – “Messa di Castel Arquato” del sec. XVIm, poi di Anonimo Comasco due toccate del XVII, di Bernardo Pasquini “Partite sulla “Follia” (1637-1710), di Ernesto Esposito “Geometrie sul nome Chiara” (1939-2012), poi di Gaetano Valeri “Sonata III principale e tromboncini” (1760-1822) e la Sonata IV flauto in ottava, di Marco Enrico Bossi Ave Maria (1924), di Renato Grisoni “Rondellus pro antiquis organis italicis” (1922-2012), di Giuseppe Gherardeschi “Postcomunio” (1759-1815), di Silvano Frontalini “Fuga per organo antico” (1977) e di Giovanni Morandi Sonata “con imitazione di piena orchestra”. Protagonista sarà l’organista Alessandro Bianchi, direttore artistico dell’associazione “Organo Prestinari 1821”. Con oltre duemiladuecento concerti tenuti in 50 paesi nei cinque continenti, partecipando a innumerevoli Festivals Organistici Internazionali nelle più grandi e importanti Cattedrali e Sale da Concerto di tutto il mondo, Alessandro Bianchi è uno dei più affermati concertisti italiani sulla scena internazionale. Ha compiuto gli studi in Organo e Composizione Organistica al Conservatorio di Piacenza frequentando poi Masterclassess con Arturo Sacchetti e Nicholas Danby. Ha eseguito in prima assoluta diverse opere per organo a lui dedicate da compositori italiani e stranieri e pubblicato articoli di carattere organologico. Ha tenuto seminari e conferenze sulla musica italiana in Italia, Germania, Inghilterra, Spagna, Repubblica Ceca, Singapore, USA e Messico ed è stato membro di giuria in concorsi organistici e corali. Ha al suo attivo registrazioni radiofoniche, televisive e discografiche in Europa, USA, Brasile. Nel 2014, la Città di Cantu’ gli ha conferito il riconoscimento di Cittadino Benemerito per meriti artistici e culturali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.