Ormeggi in città, concessioni prorogate di un anno

alt

Il caso. La giustificazione dell’assessore al Patrimonio di Como, Marcello Iantorno: «Il bando è in via di realizzazione, lo pubblicheremo dopo l’estate»
Esplode la protesta di chi sperava di ottenere uno dei 433 posti disponibili nel primo bacino

(f.bar.) Capitani e marinai comaschi sul piede di guerra. Si levano venti di burrasca sul lago. Non è affatto piaciuta, ai diportisti lariani, la decisione della giunta Lucini di prorogare per tutto il 2014 la concessione dei posti barca agli assegnatari del triennio precedente.
A fine 2013 erano attesi il nuovo bando e la relativa gara per l’assegnazione degli ormeggi: 433 attracchi del primo bacino, suddivisi nei porti Marina 1 e 2 a Sant’Agostino, a Tavernola e nell’approdo di Villa

Olmo. «Per alcuni mesi, in vista della scadenza del 2013, ho contattato gli uffici di Como Servizi Urbani (Csu) per sapere quando sarebbe stato pubblicato il bando – racconta un lettore – Sono andato recentemente in pensione e mi sono comprato una barca. Era mia intenzione godermi il lago e cercavo di avere un posto. Ma ho avuto risposte evasive».
Fino all’ultima telefonata di pochi giorni fa, quando si è saputo che di bando non se ne parlava e che la concessione dei posti era stata prorogata di 12 mesi. «È assolutamente ingiusto. Non ci si comporta così. Viene leso un diritto dei cittadini. Quanto prima mi rivolgerò a un’associazione dei consumatori per chiedere se esistano gli estremi per poter fare qualcosa – aggiunge il lettore – Sto sistemando la mia barca con il progetto di poterla poi utilizzare sul lago. Non si sono comportati correttamente».
E come questa sono molte altre le segnalazioni. Per dare una spiegazione dell’accaduto interviene l’assessore al Patrimonio di Como da cui dipende anche il demanio lacuale, Marcello Iantorno.
«Ci scusiamo per il disagio. Fino a poche settimane fa eravamo impegnati in un lavoro complesso per riorganizzare le società partecipate, qual è Csu, e quindi alla fine abbiamo optato per il rinvio del bando che è ora in fase di realizzazione. Avremmo potuto pubblicarlo tra pochi mesi ma così facendo avremmo rivoluzionato l’intero sistema dei posti barca in piena stagione estiva. È sembrato più opportuno rinviare al 2015».

Nella foto:
Niente bando, almeno per un altro anno, per l’assegnazione dei posti barca a Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.