Cronaca

Orticolario è già un successo oltre le previsioni. In vista di Expo si punterà sul binomio fiori-cucina

altAi visitatori della kermesse in regalo il regolo delle erbe aromatiche realizzato dal Corriere di Como
Gli ingredienti per un grande successo ci sono tutti: un sole splendente, un clima estivo e tantissima gente. Ieri mattina a mezzogiorno, nella giornata inaugurale della sesta edizione di Orticolario, il parco di Villa Erba e i padiglioni del polo fieristico sede dell’evento sono stati presi letteralmente d’assalto. Esordio da tutto esaurito. E Moritz Mantero, presidente e ideatore della kermesse dedicata al mondo dei fiori e ai giardini, già si preparava mentalmente a tener fede a una scommessa

fatta.
«Moritz ha detto che se per la tre giorni della manifestazione dovesse reggere il bel tempo – ha ricordato, ridendo, Arturo Croci, del comitato strategico – si tufferà nel lago per farsi una nuotata. Osservando la prima giornata sarà meglio che si prepari». Battute a parte, è lo stesso Mantero a fornire i primissimi dati. «I tagliandi staccati fino a poco dopo le 10 di stamattina (ieri, ndr) erano già superiori del 50% a quanto fatto nel 2013. Siamo contenti e soddisfatti per tutto ciò che potrete vedere nella manifestazione». L’edizione 2014 è dedicata all’olfatto.
E i giardini dell’antica dimora di Cernobbio erano invasi – oltre che da persone rapite nel contemplare gli allestimenti – anche da moltissimi ragazzi. Diversi gli eventi organizzati appositamente per loro dalla signora Elena Mantero, moglie del patron, che ha poi voluto nuovamente ricordare il compianto Alfredo Ratti, con cui l’avventura di Orticolario è cominciata. «Insistiamo sul forte intreccio tra bellezza ed eleganza – ha detto Mantero – Quest’anno si potrà compiere un viaggio emozionante da vivere momento per momento, in ogni minimo dettaglio».
Le installazioni da scoprire sono infinite. Nel padiglione centrale, accompagnati da Erika Ratti, figlia di Alfredo, i visitatori hanno ammirato l’imponente pergolato della Rattiflora di Casnate con cui la famiglia Ratti ha omaggiato Orticolario. Installazione che ha colpito molto. «Abbiamo voluto ricreare il senso di una piazza, una grande agorà verde che con un pergolato abbracciasse l’intero padiglione circolare», dice Erika Ratti.
Il tutto pervaso da suoni che variano con il mutare del clima grazie alla connessione con una stazione meteorologica nelle vicinanze. Fiore guida della sesta edizione è l’aster. E delle oltre 600 varietà esaminate dal comitato organizzatore, in fiera ne sono arrivate 100. E mentre la sesta edizione di Orticolario entra nel vivo, si pensa al futuro, anche se «sarà difficile fare ancora di più. Gli espositori sono tanti e sarà dura andare oltre. Ma ovviamente stiamo giù pensando al 2015, anno di Expo – ha detto Mantero – Avete visto davanti alla villa antica il cucchiaio di legno della “Riva 1920” che ci guida verso la prossima edizione? Molte essenze florovivaistiche possono entrare in cucina, basta soltanto aprirsi a questa cultura. Nel 2015 ci concentreremo sul connubio cibo, fiori e piante. Rimanendo, così, fedeli al tema di Expo che è appunto “Nutrire il pianeta”. In questo Ratti era un maestro».
«Papà ci ha sempre abituati ad andare alla scoperta di nuovi gusti ed essenze – ha aggiunto Erika Ratti – Cercheremo di legare il cibo ai fiori, come del resto mio papà ci ha sempre insegnato. Attraverso l’utilizzo dei petali, dei fiori e dei profumi in cucina». Infine va ricordato come per i visitatori sia previsto un omaggio che permetterà di coniugare la passione per la botanica con quella per la cucina: un regolo dedicato alle erbe aromatiche, realizzato dal Corriere di Como e da Orticolario, in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Brianza.
Sulle due facce di un disco sono riportati i disegni di 32 erbe aromatiche, con tanto di nome scientifico: da quelle più note, come ad esempio il basilico o l’alloro, a quelle meno diffuse, come il dragoncello o il coriandolo. Una fascia rotante permette di evidenziare ogni singola pianta. Per ciascuna erba aromatica vengono poi indicate l’area di provenienza, le parti utilizzate nella preparazione delle pietanze e degli infusi (semi piuttosto che foglie, fiori o frutti) e la tipologia di alimenti per i quali vengono impiegate in cucina. Il regolo delle erbe aromatiche sarà distribuito ai visitatori all’ingresso di Orticolario nei tre giorni di apertura. La kermesse chiude i battenti domani alle 19.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Gli organizzatori di Orticolario evidenziano numeri già decisamente superiori a quelli delle precedenti edizioni. A tutti i visitatori viene distribuito un regolo con le piante aromatiche
4 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto