“Orticolario”, superati i 20mila visitatori a Cernobbio. Mantero: «Nel 2013 speriamo di rimanere a Villa Erba»

La kermesse florovivaistica
Appassionati di botanica e giardinaggio da molte parti d’Italia e dalla Svizzera, a caccia di idee da realizzare, sementi e bulbi da piantare. E anche tanti che, a vario titolo, lavorano nel campo tessile, pronti a carpire dalla natura spunti e linguaggi e realizzare così disegni per tessuti ispirati al mondo “verde” nelle sue infinite varietà di colore e di forma.
Ha avuto pieno successo la quarta edizione di Orticolario a Villa Erba di Cernobbio, che ha tenuto banco da venerdì a domenica
scorsi. Anche grazie al favore del clima mite e clemente, la fiera ha battuto quota 20mila visitatori (l’anno scorso erano 18mila). «Il nostro grande sponsor è da sempre il cielo», conferma il patron dell’iniziativa, Moritz Mantero. Qualche nube potrebbe, però, addensarsi all’orizzonte sul fronte organizzativo. «L’anno prossimo, ormai confermata la cadenza annuale dato il successo, mi piacerebbe molto che Orticolario si rifacesse a Villa Erba – dice Mantero – se ci fossero le condizioni per farlo. Il contenitore deve andare di pari passo con il contenuto, e la storica dimora con il suo parco è da sempre uno scenario straordinario».
Di più non è dato sapere di quel che si muove dietro le quinte. Ma confermando l’affiatamento con il presidente di Villa Erba, Jean-Marc Droulers, Mantero ammette che con il forte afflusso di pubblico «è stata messa a dura prova l’accoglienza di Cernobbio e della stessa Villa Erba, garantendo però un forte ritorno di immagine per il territorio, che rimane uno dei nostri obiettivi». Un’installazione della kermesse, l’oasi di raccoglimento di Barbara Negretti, è stata chiesta in prestito da Villa Erba fino al 17 ottobre: segno di fiducia e di rapporti, tutto sommato, buoni tra contenuto e contenitore.
Il prossimo anno la rassegna sarà dedicata al tema del gusto: «Non avremo solo grandi chef ma daremo spazio anche a chi ha passione per la cucina legata alla filiera “verde”», anticipa Moritz Mantero.

Lorenzo Morandotti

Nella foto:
Moritz Mantero (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.