Otto carri per il Carnevale Canturino

Una sfilata di Carnevale a Cantù

Nelle quattro sfilate del Carnevale Canturino dal 17 febbraio al 9 marzo  ci saranno nel complesso otto carri. Come da tradizione, il carro che aprirà tutte le sfilate sarà il carro di Truciolo, personaggio simbolo del carnevale canturino. Seguirà il gruppo “Il Coriandolo”, vincitore del Carnevale 2018, col titolo “Un coriandolo per la pace”.  Il terzo carro sarà del gruppo La Maschera con il tema “Non tutti i pagliacci si trovano al Circo”.  Il quarto è il carro dei Bentransema intitolato “Ma chi dṻ chi, saran ben o maltransema?” dedicato ai vicepremier Di Maio e Salvini. Toccherà poi ai Baloss, che hanno scelto il tema “Con la misera pensione mi sono ridotto un barbone”. Quest’anno il carro si ispira alla situazione che molti anziani stanno vivendo nel nostro paese. Il sesto carro è quello dei Lisandrin e il titolo che hanno scelto è “Non se ne può più! Re Carnevale, pensaci tu!”. “E il dolce è servito” è il tema del settimo carro, quello dei Buscait. Anche qui il focus narrativo è quello della satira politica sul panorama nazionale e la coreografia danzante dalla scuola di ballo Lady Anna. Il gruppo Amici di Fecchio chiude la sfilata con il carro intitolato “Trotta il tempo …”. Quest’anno il carro rende omaggio a un’entità che, concretamente, non esiste e non ha corpo, ma di cui si avvertono incessantemente gli effetti: il tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.