Palasport Pianella, il via ai lavori nella primavera 2017. Capienza di 5.750 posti

Una fase della partita disputata al palasport Pianella fra Cantù e Pistoia nella scorsa stagione

Partiranno in tarda primavera del 2017 i lavori del PalaGera, il nuovo palazzetto dello sport della Pallacanestro Cantù che subentrerà al Pianella a Cucciago. A confermarlo, ieri, il presidente della società Irina Gerasimenko, in una conferenza a cui sono intervenuti anche l’amministratore delegato Andrea Mauri, il sindaco di Cantù Claudio Bizzozero e i progettisti.
«La prima novità – ha detto il patron biancoblù – è che la società che presiedo, che si chiamava Sport Expo, ha mutato nome in Red October Italia e amplierà le sue funzioni dedicandosi anche al commercio di acciaio. Io rimango Presidente, Andrea Mauri sarà amministratore delegato».
Il cronoprogramma più preciso dei lavori del cantiere verrà definito solo a gennaio; l’intervento di ristrutturazione dovrebbe partire tra primavera e giugno, per una durata complessiva di 12-13 mesi. Questo comporterà un rientro a casa non prima del 2018 della Pallacanestro Cantù, che giocherà fino ad allora a Desio.
Rispetto al progetto originale, già presentato l’estate scorsa, sono state apportate alcune modifiche tra le quali l’ampliamento dei posti a sedere, che aumenteranno a ben 5.750, la costruzione di due e non più un solo campo di allenamento adiacente al palazzetto e anche di una tribuna esterna per eventuali eventi non solo sportivi.
Tra gli argomenti del giorno anche la questione parcheggi, che pare aver trovato un soluzione per 800 nuovi posti auto. La giunta comunale di Cantù, infatti, con una convenzione ha dato il via libera alla realizzazione di 360 posti che verranno collegati al palazzetto con un servizio-navetta (un ulteriore incremento ci sarà utilizzando il parcheggio di via Colombo). A Cucciago, invece, sono state individuate aree per altri 222 stalli.
«Questi sono stati mesi importanti per la costruzione del nuovo palasport, mesi che abbiamo dedicato alla risoluzione di due problemi storici come quello della viabilità e dei parcheggi», ha detto Andrea Mauri.
«Per la viabilità stiamo terminando in questi giorni una serie di studi che ci consentiranno di trovare le soluzioni più idonee, ha concluso – Abbiamo aggiornato sull’andamento dell’opera anche il governatore Roberto Maroni, che a gennaio tornerà a trovarci».

Articoli correlati