Palestinesi, ‘Pompeo in colonie Israele è una provocazione’

Portavoce Abu Mazen condanna annunci nuove case Gerusalemme Est

(ANSA) – TEL AVIV, 15 NOV – La prossima visita del segretario di stato Usa Mike Pompeo in "colonie israeliane nella Cisgiordania occupata" è "una provocazione al popolo palestinese e alla sua leadership". Lo ha denunciato, citato dalla Wafa, Nabil Abu Rudeinah, portavoce del presidente Abu Mazen, che l’ha definita "uno sfacciato sprezzo alle risoluzione della comunità internazionale a partire da quella del Consiglio dell’Onu 2334". Rudeinah ha anche condannato l’annuncio di Israele di avvisi di gara per la costruzione di 1.257 alloggi a Gerusalemme est nel quartiere ebraico di Givat HaMatos. "Sono la continuazione – ha detto – dei tentativi del governo di occupazione di uccidere la Soluzione a Due Stati". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.