Paolo Gentiloni in città: «L’Italia è paralizzata, meglio andare a nuove elezioni. Como, una terra dinamica e intraprendente»

Paolo Gentiloni ad espansione Tv e Corriere di Como

Trasferta comasca, ieri, per l’ex primo ministro Paolo Gentiloni, che in Biblioteca, ha presentato il libro “La sfida impopulista”. Prima dell’evento Gentiloni è stato ospite nelle redazioni di Corriere di Como ed Espansione Tv.
«Arrivando nella vostra città mi sono tornati in mente tutti i riferimenti manzoniani con i luoghi del Lago di Como – ha detto – Bellissima anche la basilica di Sant’Abbondio, che ho ammirato dall’esterno».
«Cosa apprezzo di questa parte d’Italia? La combinazione di tre fattori: le tradizioni culturali, il paesaggio e il dinamismo delle sue imprese. Como negli anni è cambiata, il settore tessile si è evoluto e sicuramente non è più quello di qualche decennio fa. Ma di base quello lariano, seppure fra tanti cambiamenti, continua ad essere un territorio operoso, intraprendente e portato all’innovazione».
Gentiloni si è soffermato sui temi politici di stretta attualità, di cui parla anche nel suo libro “La sfida impopulista”.
«Non mi piace l’idea di una politica che semplifica i problemi, insulta gli avversari e riduce tutto a slogan; credo che non aiuti», ha specificato.
«In giro per il mondo il Governo italiano viene considerato solo di Matteo Salvini. Questa è una realtà. Mi pare che l’iniziativa politica sia nelle mani della Lega, ma che la convivenza con il Movimento 5 Stelle produca una paralisi».
Gentiloni ha poi aggiunto: «L’ultimo esempio è quello relativo alla Tav, argomento rinviato a dopo le elezioni. Purtroppo l’economia rallenta, il Paese è isolato in Europa. Non possiamo permetterci un Governo paralizzato a guida Salvini ma con la rappresentanza parlamentare principale ai 5 Stelle. Non ce lo possiamo permettere».
Secca la conclusione di Gentiloni: «Sono un appassionato della stabilità dei governi, ma non possiamo permetterci questa situazione con effetti troppo negativi per il nostro Paese. Sarebbe meglio andare prima possibile a nuove elezioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.