Cultura e spettacoli

Paradosso Politeama

altIl futuro del Politeama di Como? Un paradosso: candidato all’Oscar ma anche a restare rudere. Non nutre speranze Franco Maino, nonostante il successo del film di Paolo Virzì “Il capitale umano”. Nella pellicola che l’Anica ha lanciato per la corsa alla statuetta per il miglior film straniero (a gennaio le nomination effettive), l’attore comasco è il direttore artistico dello storico cineteatro in disuso. Fa da Cupido all’innamoramento per il rudere di piazza Cacciatori delle Alpi da parte

di una stralunata quanto sensuale Valeria Bruni Tedeschi.
Maino, attore e regista olgiatese, noto per le interpretazioni teatrali, televisive e cinematografiche fra le quali I promessi sposi e Volere volare, rivela: «La candidatura onestamente me l’aspettavo dopo i sette David di Donatello conquistati dal film di Virzì. Sono lieto che Como e il suo Politeama siano i rappresentanti dell’Italia agli Oscar. Obiettivamente, il film è valido, e poi le chances per stregare gli americani ci sono tutte perchè la storia del romanzo di Stephen Amidon da cui è tratto il film è ambientata nella provincia americana, qui adattata alla nostra Brianza».
«Devo dire – precisa Maino – che stavo girando non mi aspettavo un film di questo calibro, poi l’ho visto al cinema e mi ha convinto in pieno. Il set è stato magico e rilassante, ma per me anche con un’emozione al quadrato: recitavo nel ruolo di capocomico nello stesso teatro in cui ho fatto diversi spettacoli di prosa nel corso degli anni. Che peccato vederlo ridotto così. Durante le riprese mi ha preso la nostalgia. Ed è stato traumatico rivedere il Politeama così spoglio, con la luce che Virzì ha fatto entrare da ogni parte, così bianca e spettrale, per dare il senso di una cosa abbandonata da anni».
Maino però non dorme sugli allori. Dopo Il capitale umano ha girato con Aldo, Giovanni e Giacomo e in un film fiorentino sul calcio nel Medioevo, lo scorso luglio. Attualmente è impegnato in una produzione indipendente che si gira a Milano, Solo per il weekend, interpretata nei ruoli principali dall’attore rivelazione di Smetto quando voglio, Stefano Fresi, e da Alessandro Roja, della serie Romanzo criminale. A dirigere il film è Director Kobayashi (al secolo Gianfranco Gaioni), noto regista pubblicitario e mago degli effetti speciali cinematografici. Ad affiancare Roja e Fresi nel cast ci sono Francesca Inaudi e con Franco Maino c’è anche Matilde Gioli (che ha debuttato proprio nel Capitale umano). Il film – una commedia all’americana ambientata in Italia – sarà nelle sale nella primavera 2015.
«Nessuno si impegna molto nel recupero del Politeama, diciamolo – conclude sconsolato Maino tornando al set di Virzì – La realtà è che a Como è rimasto solo il Teatro Sociale, di fatto irraggiungibile per le compagnie teatrali che non siano di prima classe».
Va ricordato che al film candidato all’Oscar ha collaborato anche l’emittente comasca Espansione Tv, fornendo immagini di archivio in cui compaiono la conduttrice Roberta Pagnetti e la giornalista di “Etg” Alessandra D’Angiò. Espansione compare anche nei ringraziamenti dei titoli di coda.

L.M.

Nella foto:
Franco Maino con Valeria Bruni Tedeschi nella scena girata all’esterno del Politeama di Como
2 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto