Parapendio cade nei boschi del Segrino. Illeso il pilota 56enne

Allarme ed apprensione ieri all’ora di pranzo per un parapendio che era stato dato in difficoltà sopra l’area del Lago del Segrino. In volo è stato fatto alzare anche l’elicottero del 118 chiamato ad un eventuale intervento di emergenza per prelevare il ferito e trasportarlo d’urgenza in ospedale. La situazione però si è evoluta nel miglior modo possibile.
Il parapendio infatti, guidato da un 56enne che poco prima era decollato dal monte Cornizzolo che sovrasta Erba, è riuscito ad evitare l’acqua finendo nei boschi che costeggiano il lago. Non solo, ma da quanto è stato possibile ricostruire, sarebbe stato lo stesso 56 enne a chiamare i soccorsi dopo essersi liberato dell’imbragatura. L’incidente è avvenuto poco dopo le 12, mentre l’allarme al 118 è stato lanciato alle 12.25. Non si conoscono le cause che hanno fatto precipitare il parapendio lontano dal punto previsto per l’atterraggio.
In un primo momento, come detto, si era temuto il peggio.
Alla ricerca dell’uomo si sono così messi non solo il 118, ma anche il soccorso alpino, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Il 56enne però ha poi tranquillizzato tutti tanto che non è stato nemmeno necessario il trasporto al pronto soccorso.

Articoli correlati