Paratie, perizia pronta entro fine gennaio Maroni: «Vicini al Comune per finire l’opera»

alt Spedita a Milano la prima parte dei documenti
La prima parte della documentazione è arrivata.
Ora, entro la fine del mese, dovrebbe essere spedita anche la tranche conclusiva.
Come da cronoprogramma, quindi, il Comune di Como ha inviato, entro il 31 dicembre scorso, alla Regione Lombardia i faldoni iniziali relativi all’ultima maxi-variante progettuale per il cantiere delle paratie e per il rifacimento del lungolago.
Una tappa importante e obbligata, perché lo stesso presidente della Regione, Roberto Maroni, aveva minacciato

di non concedere a Palazzo Cernezzi il finanziamento da 6,5 milioni di euro nel caso si fossero verificati ritardi.
I documenti ora passeranno al vaglio di tutti gli enti coinvolti nell’opera e in particolare della Soprintendenza e della Provincia di Como, mentre gli ulteriori elaborati saranno consegnati a Milano nelle prossime settimane. «Sono soddisfatto che il Comune di Como abbia rispettato la scadenza fissata per il 31 dicembre per la presentazione del progetto per la riqualificazione del lungolago – ha commentato Maroni – Ringrazio il sindaco Lucini e da parte mia confermo l’impegno pieno della Regione Lombardia a sostenere il Comune nella realizzazione di questo progetto nei tempi previsti, per arrivare alla riapertura del lungolago, restituendo ai comaschi e a tutti i lombardi un patrimonio unico e incredibile quale la bellezza del suo splendido lago».

Nella foto:
Si rafforza l’asse già solido tra il sindaco di Como, Mario Lucini, e il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.